Vai al contenuto
Panetteria

Lo Sfizio

Consigliato da 4 persone del luogo · Prezzo stimato 1 su 4 ·

Consigli della gente del posto

Elena
Elena
April 20, 2016
Pane, biscotti, torte, prodotti tradizionali ma anche bio e vegan
Federico
Federico
May 24, 2012
Prodotti da colazione, pane fresco, pasta fresca e prodotti tipici bolognesi, torte e biscotti di produzione artigianale e biologica. Molto consigliato.
Giulia
Giulia
February 27, 2014
the best bread in town
Emanuela
Emanuela
February 11, 2014
Best hand made pasta in town!

Attività uniche nelle vicinanze

Alloggi nelle vicinanze

Altri luoghi consigliati dalla gente del posto

Store
“The closest Gelateria .You can taste a good ice cream 4 min's walk from home”
  • Consigliato da 6 persone del luogo
Chiesa
“Percorso che, dal centro della città, raggiunge il Santuario di San Luca, tradizionale meta di pellegrinaggi religiosi legati alla devozione dell’immagine della Beata Vergine. Il percorso offre la possibilità di conoscere i portici bolognesi, candidati come patrimonio mondiale dell’Unesco. Il porticato che collega Porta Saragozza al Santuario della Madonna di San Luca è il più lungo del mondo con i suoi 3,5 km. Costituito da 666 archi, ciascuno contrassegnato da un numero progressivo: i primi 306 collegano Porta Saragozza all'Arco del Meloncello mentre gli ultimi 360 sono quelli situati nel tratto collinare che va dal Meloncello al colle della Guardia. Questi ultimi sono intervallati da 15 cappellette che illustrano il mistero del rosario. Il percorso prevede l’escursione all’interno del Parco Talon. Partendo da Piazza Maggiore, passando dalla Fontana del Nettuno, si raggiunge la chiesa di S. Martino di Casalecchio di Reno sulla via Porrettana con il bus 20 e si prosegue lungo il sentiero dei Bregoli all'interno del Parco della Chiusa (detto Parco Talon dal nome della Villa Sampieri Talon che domina il parco), da dove si raggiunge il Santuario di San Luca. Il rientro prevede la discesa lungo il porticato che conduce all'Arco del Meloncello e poi lungo via Saragozza, passando per Porta Saragozza, si arriva al Collegio di Spagna e da via de' Carbonesi, proseguendo sul percorso pedonale di via Massimo d'Azeglio si ritorna a Piazza Maggiore.”
  • Consigliato da 4 persone del luogo
Pub
  • Consigliato da 1 persona del luogo
Street Address
“Aperta a tutti, la Biblioteca è il luogo consacrato agli studi e alla ricerca sul cinema e la fotografia.”
  • Consigliato da 5 persone del luogo
Premise
“Le torri di Bologna, strutture con funzione sia militare sia gentilizia di origine medievale, sono uno dei tratti più caratteristici della città. Tra il XII e il XIII secolo il numero delle torri innalzate nella città era molto grande: nel tempo di massima fioritura se ne contavano fino a 100, oggi ne sono sopravvissute 22,[1] le due torri più famose sono la Torre degli Asinelli e quella della Garisenda. Le ragioni per cui vennero innalzate tante torri non sono ancora chiare, ma si pensa che le famiglie più ricche, nel periodo di lotta per le investiture filo-imperiali e filo-papali, le utilizzassero come strumento di offesa e/o di difesa e come simbolo di potere. Una destinazione prevalentemente abitativa (ma allo stesso tempo difensiva) ebbero invece le cosiddette case-torri, di altezza mediamente più ridotta, dotate di più aperture, di una pianta spesso rettangolare e di mura meno spesse. Oltre alle torri e alle case-torri, sono ancora visibili alcuni "torresotti", fortificazioni innalzate in corrispondenza delle porte della seconda cerchia di mura del XII secolo (mura dei Torresotti o del Mille), che fu quasi completamente abbattuta. Nel corso del XIII secolo molte torri furono mozzate o demolite, altre crollarono.”
  • Consigliato da 1 persona del luogo
Posizione
100 Via Riva di Reno
Bologna, Emilia-Romagna 40121
Telefono+39 051 269981
Sito weblosfizio.eu