Vai al contenuto
Salta e vai al contenuto principale dell'help

Come funzionano le tasse per gli ospiti?

Ci sono alcuni casi in cui un ospite Airbnb potrebbe pagare una tassa.
Alcuni host sono obbligati a far pagare una tassa locale. Consigliamo agli host di includere la tassa nel prezzo dell'annuncio, ma alcuni di loro potrebbero richiederla direttamente al check-in. Per questo chiediamo loro di essere chiari nella descrizione dell'annuncio e nelle loro comunicazioni con gli ospiti prima della conferma di una prenotazione.
In alcune città, Airbnb ha stretto degli accordi con le autorità locali per riscuotere e inviare le tasse da parte degli host. Queste tasse variano e, in base alle leggi di ogni città, possono essere un importo fisso o una percentuale calcolata in base al numero di ospiti, numero di notti e tipo di alloggio. Quando prenoti un annuncio in una di queste zone, le tasse locali saranno mostrate automaticamente al momento del pagamento e appariranno sulla tua ricevuta una volta confermata la prenotazione.
Inoltre Airbnb deve riscuotere l'IVA o il suo corrispondente (per esempio la JTA in Giappone) sui costi del servizio nei Paesi che tassano i Servizi forniti per via elettronica. Al momento questi Paesi includono: tutta l'UE, la Svizzera, la Norvegia, l'Islanda, il Sud Africa, il Giappone e l'Albania.
Airbnb inoltre è obbligato a riscuotere l'IVA sui propri costi del servizio da tutti gli utenti che effettuano delle transazioni con Airbnb China.
Ulteriori informazioni sull'IVA.