Vai al contenuto

I consigli migliori della gente del luogo

Dalle visite turistiche ai tesori nascosti, scopri cosa rende unica la città con l'aiuto delle persone del luogo che la conoscono meglio.
Bridge
“Il ponte più famoso di Venezia, uno dei quattro ponti che attraversano il Canal Grande. Progettato da Antonio da Ponte, fu costruito a fine 1500.”
  • Consigliato da 103 persone del luogo
History Museum
“Venezia ha avuto ed ha una lunga storia, percorsa da trionfi e sconfitte di guerra, grandi ed importanti battaglie vinte e perse in uno scenario di potere e ricchezza tra nobili e mercanti durante il ‘700. Una vera potenza militare – navale che doveva essere gestita saggiamente ed attentamente. Come in molti sanno il Doge ed il Maggior Consiglio avevano questo importante compito, ma dove risiedevano i Dogi Veneziani? Scopriamo il Palazzo Ducale di Venezia nel dettaglio e come questo Palazzo dall’architettura unica abbia ospitato uomini che hanno creato la storia di Venezia. Il Palazzo Ducale è strutturato in tre diversi blocchi che uniti tra loro fanno di questa struttura una sorta di castello. Le aree principali: l’ala verso il Bacino di San Marco, la più antica sede costruita nel 1340; l’ala verso Piazza San Marco, conosciuta anche come Palazzo di Giustizia; l’ala rinascimentale costruita tra gli anni 1483 e 1565 anch’essa parte della residenza del Doge e di importanti uffici del governo. All’interno del Palazzo Ducale una miriade di stanze di diversa metratura ed ognuna con un proprio esclusivo stile accolgono oggi il Visitatore, addentrandosi tra sale comuni, private, camere della tortura e soprattutto la celeberrima sala dei Dogi, che meglio descriveremo successivamente. Prima del Palazzo Ducale sorgeva un antico castello (sec. X-XI); non esistendo documentazione storica su come fu costruito si ipotizza che il suo ingresso fosse situato nel cortile interno del palazzo attuale, probabilmente dove ora è situata la Porta delle Carta e che fosse difeso da alte e grandi mura. La sua fine rimane ancor oggi un mistero. In quel periodo il più grande pericolo era rappresentato dal fuoco, essendo la maggior parte degli edifici costruiti in legno. Anche il Palazzo Ducale fu colpito da un disastroso incendio, che lo devastò rendendolo irrecuperabile. Tra il 1172 ed il 1178 il Doge Ziani decise di ricostruirlo con la creazione delle 2 nuove ali di cui parlavamo poc’anzi, l’ala verso Piazza San Marco e quella verso il Bacino di San Marco. Questa decisione fu un importante atto politico del Doge Ziani, in quanto con la grande espansione del dominio di Venezia sulle terre allora conosciute era necessaria un maggiore coinvolgimento del Popolo. Infatti l’ala verso la Piazza, diventò nel tempo teatro di comizi e manifestazioni. Successivamente il Doge Bartolomeo Gradenigo (1339 – 1343), ampliò ulteriormente il palazzo, in quanto le riunioni del Consiglio risultavano sempre più affollate. Dal 1343 fino al 1574 il Palazzo Ducale fu oggetto di ulteriori e numerosi incendi, da ricordare quello immane del 1577 che coinvolse la Sala del Consiglio con i dipinti di famosi artisti quali Tiziano, Bellini, Carpaccio, solo per citarne alcuni. Un vero e proprio disastro, dato che solamente pochi anni prima un’altro devastante incendio, nel 1574 distrusse la Sala del Collegio ed il Senato, fortunatamente senza danneggiare troppo le strutture portanti del Palazzo. In sostanza, come già detto, il Fuoco per Venezia in quegli anni fu il peggior Nemico. Negli anni successivi il Palazzo Ducale non fu interessato da importanti cambiamenti, salvo l’ampliamento delle prigioni che appunto divennero Prigioni Nuove, di seguito descritte. Nel seicento, il Palazzo fu interessato da numerose opere di ampliamento e consolidamento, grazie anche al potere marittimo di Venezia che in quegli anni acquisiva sempre maggior spessore . Non era soltanto la Residenza del Doge, bensì teatro di molteplici attività; il Maggior Consiglio durante le riunioni prendeva importanti decisioni istituzionali e nel contempo dai piani inferiori si potevano udire le urla di dolore dei carcerati sottoposti ad ogni tipo di tortura nelle prigioni. Nella seconda metà del ‘600 Antonio Da Ponte, decise la costruzione delle Prigioni Nuove. Il progetto era semplice, cioè creare un luogo dove detenere i criminali, esterno al palazzo ma a pochi passi. Le Prigioni Nuove, ancor oggi visitabili, sono collegate attraverso il celeberrimo Ponte dei Sospiri. Esse ospitarono pure Casanova, famosissimo per il suo successo con le Donne del tempo ma anche per la sua rocambolesca evasione a bordo di una gondola. Il Palazzo Ducale dispone di numerose e bellissime sale, classificabili in due grandi aree: le Sale Istituzionali, accessibili ai membri del Maggior Consiglio ed utilizzate per il governo di Venezia, e le Sale private del Doge; di seguito l’elenco: SALE PRIVATE DEL DOGE Sala degli Scarlatti Sala dello Scudo Sala Grimani Sala Erizzo Sala degli Stucchi o Priuli Sala dei Filosofi Sala Corner Sala dei Ritratti Sala degli Scudier Scala d’Oro SALE ISTITUZIONALI Sala della Quarantia Civil Vecchia Sala del Guariento Sala del Maggior Consiglio Sala dello Scrutinio Sala della Quarantia Criminale Sala dei Cuoi Sala del Magistrato alle Leggi ”
  • Consigliato da 91 persone del luogo
Museo d'arte
“Un museo sul Canal Grande. La Peggy Guggenheim Collection è situata all'interno del Palazzo Venier dei Leoni, in quella che fu l'abitazione di Peggy Guggenheim. Il museo ospita al suo interno la sua collezione personale, ma anche opere di Picasso, Dalì, Kandinskij, Pollock, Boccioni e altri Artisti.”
  • Consigliato da 92 persone del luogo
Centro commerciale
“Uno dei luoghi più famosi al mondo. E' l'unica piazza di Venezia, tutte le altre sono chiamate "Campi, Campielli o Corti". Chiamata anche il "Salotto d'Europa", in questa piazza furono celebrate le più famose cerimonie politiche o religiose.”
  • Consigliato da 71 persone del luogo
Museo d'arte
“Fra le più importanti Gallerie di Venezia presenti numerose collezioni di dipinti fra i più famosi artisti italiani fra il XII e il XVI sec.”
  • Consigliato da 78 persone del luogo
Giardino con sculture
“La Biennale di Venezia è una fondazione culturale italiana, con sede a Venezia. Attiva prevalentemente nelle arti figurative ma anche nella musica, nel cinema, nel teatro, nell'architettura e nella danza, è considerata, nel suo genere, la più importante in Italia e fra le più rilevanti al mondo; dal 1895 organizza l'Esposizione internazionale d'arte di Venezia, ”
  • Consigliato da 86 persone del luogo
Ristorante italiano
$$
“Bel posto per poter mengiare cucina veneziana e vedere una bellissima zona di Venezia, Cannaregio”
  • Consigliato da 109 persone del luogo
Museum
“La Biennale è un appuntamento per le cinque arti: Arte (anni dispari) / Architettura (anni pari) Teatro Danza Cinema Musica”
  • Consigliato da 55 persone del luogo
Centro commerciale
“ Perchè è semplicemente meravigliosa, suggerisco di visitarla al mattino presto o al tramonto.”
  • Consigliato da 60 persone del luogo
Enoteca
$$$
“Uno dei migliori bacari di tutta l’isola. Frequentato da locali e non, offre una vasta scelta di cichetti (stuzzichini) e ombre (calici di vino) per assaporare al meglio il rito veneziano dell’aperitivo.”
  • Consigliato da 81 persone del luogo
Costruzione
“... il nostro storico e bellissimo ex Ufficio Postale, ora regno del lusso dopo un bellissimo restauro conservativo. Spettacolare panorama dalla terrazza all'ultimo piano.”
  • Consigliato da 72 persone del luogo
Island
“i colori più vivi del mondo!! il relax fra la storia del merletto veneziano i classici biscotti buranelli, conosciuti in tutto il mondo, fantastici!! Assolutamente da provare. i ristoranti e le osterie tipiche e la Laguna nel suo massimo splendore e colore!!”
  • Consigliato da 66 persone del luogo
Chiesa
“La Basilica di San Marco è la meravigliosa costruzione che è il simbolo della magneficenza e della grandezza della Repubblica di Venezia durante i mille anni di vita della Serenissima. E' stata costruita per essere la Cappella Ducale, la cappella privata del Doge, subì nel tempo molte modifiche dalla primaria costruzione in mattoni, con l'impostazione degli archi che si aggettano su Piazza San Marco, ma viene nominata come la Basilica d'oro per gli oltre mille metri quadrati di tessere di mosaico, tessere fatte con la foglia d'oro. Nel 828 Giustiniano Partecipazio gettò le fondamenta della Basilica di San Marco, riunendovi l'oratorio della precedente chiesa dedicata a San Teodoro, dopo che fu trasportato da Alessandria a Venezia il corpo dell'Evangelista, preferendo come protettore della città il santo latino in luogo del santo greco. Il simbolo di San Marco, il Leone Alato, divenne il simbolo ufficiale della Repubblica.”
  • Consigliato da 45 persone del luogo
Negozio di calzature
“per chi ha un soggiorno lungo, o dopo le visite più rinomate, un luogo per passare una giornata diversa all'insegna dello shopping fra cose belle!”
  • Consigliato da 31 persone del luogo
Used Bookstore
“La libreria più caratteristica di Venezia! --- The most caracteristic library in Venice”
  • Consigliato da 60 persone del luogo
Quartiere
“Dal pontile si può prendere direttamente un traghetto per Murano, città caratteristica per il vetro soffiato a mano”
  • Consigliato da 75 persone del luogo

I migliori ristoranti

Ristorante italiano
“Bel posto per poter mengiare cucina veneziana e vedere una bellissima zona di Venezia, Cannaregio”
  • Consigliato da 109 persone del luogo
Enoteca
“Uno dei migliori bacari di tutta l’isola. Frequentato da locali e non, offre una vasta scelta di cichetti (stuzzichini) e ombre (calici di vino) per assaporare al meglio il rito veneziano dell’aperitivo.”
  • Consigliato da 81 persone del luogo
Negozio di calzature
“per chi ha un soggiorno lungo, o dopo le visite più rinomate, un luogo per passare una giornata diversa all'insegna dello shopping fra cose belle!”
  • Consigliato da 31 persone del luogo
Ristorante italiano
“Ristorantino adorabile nel cuore di Venezia. Cucina tipica, ambiente curato.”
  • Consigliato da 67 persone del luogo
Museum
“Tipica cucina veneziana da Osteria, con specialità pesce. Rinomato dai veneziani offre un ottimo rapporto qualità/prezzo e dà una panoramica eccellente della cucina locale, necessaria prenotazione. --- Tipical venetian restaurant, with venetian fish specialties, with a good choise of typical local wine and not so expensive, reservation is necessary.”
  • Consigliato da 66 persone del luogo
Cocktail bar
“Ideale per un'aperitivo o per gustare tipici piatti della cucina veneziana , vicino al Ponte di Rialto, locale caratteristico in un Campiello di fronte al Canal Grande.”
  • Consigliato da 39 persone del luogo
Ristorante di pesce
“Popolare, autentica, diretta, famigliare: la Trattoria Dalla Marisa, attiva dal 1965, per qualcuno è quasi un luogo di culto. Mentre in Strada Nuova proliferano i negozi di chincaglierie e le insegne in stile luna park, questo locale a San Giobbe, vicino al ponte dei Tre Archi, di poco fuori dal flusso turistico, è riservato ai local, agli studenti, ai lavoratori e a coloro che vogliono ancora sperimentare, con una punta di autocompiacimento, quella cosa che chiameremo “venezianità”. Si respira nell’aria: con i profumi che arrivano dalla cucina, con l’attitudine schietta e regolarmente istrionica del personale. ”
  • Consigliato da 34 persone del luogo
Trattoria/Osteria
“Il terzo tempo è una delle più caratteristiche tradizioni del mondo del rugby. Il terzo tempo si svolge dopo la partita e fa riunire tutti i giocatori delle due squadre, che colgono l'occasione per offrirsi da bere e da mangiare e scambiare opinioni e considerazioni come succede tra amici. In alcuni casi è talmente coinvolgente che a fine carriera ci si dedica professionalmente ad esso e nascono realtà inaspettate, calde ed accoglienti. Dite all'oste che vi manda 'Botte' e sicuramente mangerete bene!”
  • Consigliato da 41 persone del luogo

Scopri Metropolitan City of Venice

Esplora altro su Airbnb