Vai al contenuto
Sono visualizzati i risultati per "Bologna, Italy"

I consigli migliori della gente del luogo

Dalle visite turistiche ai tesori nascosti, scopri cosa rende unica la città con l'aiuto delle persone del luogo che la conoscono meglio.
Centro commerciale
“ La piazza Maggiore con la contigua piazza del Nettuno è il cuore di Bologna, il centro della sua vita civile e religiosa. L'attuale suo aspetto è il risultato di più epoche, come di diverse epoche sono gli edifici che la circondano e che le danno una impronta austera e nobile. Sul suo lato Sud si leva, dominandola dall'alto di una gradinata, la monumentale chiesa si San Petronio, eretta dal 1390 al 1659, la cui scura facciata, imponente pur nella sua grezza nudità, s'illumina nel portale mediano dei potenti rilievi di Iacopo della Quercia. La chiesa ha una curiosa meridiana il sole che filtra da un buco nella volta indica l'ora sul pavimento della navata sinistra. Completa questo lato il merlato palazzo dei Notai, del XVI XV secolo. Di fronte a San Petronio è l'elegante palazzo del podestà, a portici, rifatto in forme rinascimentali da Aristotile Fieravanti nel 1484, dal quale emerge la duecentesca torre dell'Arengo. Sul lato Est della piazza s'allungano gli animati portici del cinquecentesco palazzo dei Banchi, opera del Vignola. Ad esso fa riscontro sul lato opposto il grandioso palazzo Comunale, che il gran portale cinquecentesco, sormontato dalla statua bronzea di Gregorio XIII, separa in due ali: del secolo XII quella a sinistra a portico e con torre, del secolo XV quella a destra. Il palazzo Comunale si prolunga a limitare, con l'antistante duecentesco palazzo di Re Enzo , la piazza del Nettuno, nel cui mezzo è la famosa fontana cinquecentesca con la statua in bronzo del Nettuno armato di tridente, capolavoro del Giambologna. Nonostante la loro diversità di misura e di stile, le varie masse architettoniche si fondono in bella armonia, grazie soprattutto al rapporto istituito con lo spazio libero e alle prospettive che esse creano. Tutto l'ambiente, specie ora che è stato sottratto al traffico e divenuto zona pedonale, ne deriva un senso di distesa monumentalità, schiva di retorica, fatta a misura d'uomo e intimamente partecipe della vita cittadina.”
  • Consigliato da 111 persone del luogo
Galleria d'arte
“Museo d’arte moderna e contemporanea, la consiglio a ogni visitatore che viene a Bologna ”
  • Consigliato da 111 persone del luogo
Farmers Market
“Il Mercato delle Erbe è un mercato ortofrutticolo nel centro storico di Bologna, costruito agli inizi del XX secolo. Dista circa 20 min. a piedi dall'appartamento.”
  • Consigliato da 136 persone del luogo
Chiesa
“La basilica che sorge sul colle della Guardia è uno dei simboli della città, forse quello a cui i bolognesi sono più affezionati, perchè è il primo che si scorge dalla tangenziale e dalla ferrovia quando si ritorna. Fa sentire a casa. Per arrivare al santuario della Beata Vergine di San Luca si deve percorrere, se si va a piedi come vuole la tradizione, un porticato che si inerpica per 3,79 chilometri fino alla vetta del colle della Guardia. Un portico da guinness per estensione, conta lungo il percorso 666 archi e quindici cappelle, costruito per proteggere dalle intemperie tra il 1674 e il 1793 sotto la guida dell’architetto Gian Giacomo Monti e Carlo Francesco Dotti, che si occupò anche del rifacimento della basilica. Il percorso parte dalla via Saragozza, una delle strade più lunghe di Bologna e certamente una della più belle perchè fa comprendere la filosofia dei portici, che alternano democraticamente tratti popolari a tratti borghesi, il moderno e l’antico, il passato e il presente. La strada, che sul lato opposto al porticato mostra la collina con gli spazi aperti e verdi, si riunifica all’arco del Meloncello. Questo è il punto dal quale parte il lungo tratto di portico che sale alla basilica di San Luca. Moltissimi cittadini concorsero alle ingenti spese per realizzare l’opera del porticato e tanti parteciparono anche in prima persona ai lavori. Per trasportare i materiali necessari per la costruzione del tratto collinare del portico, i bolognesi parteciparono in massa ad un lunghissimo “passamano” formando una catena umana che viene rievocata ogni anno a metà ottobre e che simboleggia la capacità di risolvere i maggiori problemi solidarizzando e mettendo insieme le forze. Sul fatto poi che i 666 archi rappresentino il Demonio si sono sbizzarriti interpreti di cose esoteriche e resta tutto da dimostrate. Di certo stanno a ricordare l’ostinazione e l’impegno dei bolognesi nella realizzazione di un’opera faraonica unica al mondo. Orari di visita: feriale: 6,30 – 17,00 da novembre a febbraio / 6,30 – 19,00 da marzo a ottobre ( il Santuario è chiuso dalle ore 12,30 alle 14,30). Nei giorni festivi: 7,00 – 17,00 da novembre a febbraio / 7,00 – 19,00 da marzo a ottobre. L’ingresso è gratuito ma limitato durante le funzioni religiose. Come arrivare: Per salire a piedi sono necessari circa 30 minuti dall’arco del Meloncello, considerato punto di partenza. Oltre che a piedi, per chi fa fatica, la basilica è raggiungibile sia con auto che con i mezzi pubblici e i minibus privati cosepuri.”
  • Consigliato da 136 persone del luogo
Sito storico
“Perchè al suo interno sono racchiuse ben sette chiese di diverse epoche costruite in momenti diversi dall'anno mille fino al secolo scorso in cui fu costruito l'ultimo edificio”
  • Consigliato da 69 persone del luogo
Trattoria/Osteria
$
“Tagliatelle e tortellini in un locale dall'atmosfera vivace con panche di legno e tovagliette all'americana. L'osteria si trova in Via Mentana, una strada del centro di Bologna. Distanza circa 20 min. a piedi.”
  • Consigliato da 65 persone del luogo
Fermata dell'autobus
“Il più grande Parco di Bologna aperto 24 ore su 24. Ideale per correre, giocare con i bambini e stare all'aria aperta”
  • Consigliato da 110 persone del luogo
Negozio gourmet
“Il Mercato di Mezzo è uno dei luoghi storici più rappresentativi della cultura del cibo bolognese, a due passi da Piazza Maggiore: fin dal Medioevo è stato questo il luogo dei sapori e dell’incontro, del commercio, della memoria e della tradizione gastronomica della città. Trasformato, dopo l’Unità d’Italia, nel primo mercato coperto della città, è stato oggetto nel 2014 di un importante progetto di recupero e riqualificazione. La struttura si articola su tre piani, ed è uno spazio dove acquistare o consumare sul posto prodotti enogastronomici e piatti di eccellenza. Al piano terra si trovano grandi e piccoli tavoli di uso comune ed i chioschi alimentari, collocati nelle nicchie laterali come nella pianta ottocentesca: carne, pesce, salumi, formaggi, frutta, pane, pasta, gelati e pasticceria, vini. Al primo piano si trova la pizzeria e nel piano interrato, con suggestive volte a botte, una birreria artigianale, entrambi con ulteriori tavoli e sedute.”
  • Consigliato da 63 persone del luogo
Parco
“Il più grande parco a ridosso della città, ideale per passeggiate o per jogging.”
  • Consigliato da 47 persone del luogo
Museum
“Museo casa natale Enzo Ferrari dove si possono ammirare le più splendide auto sportive di tutti i tempi.”
  • Consigliato da 19 persone del luogo
Route
“Via dell’indipendenza e’ una delle vie principali di Bologna ed e’ ricca di negozi di abbigliamento delle migliori firme, bar, ristoranti e pizzerie.”
  • Consigliato da 50 persone del luogo
Library
“Splendido luogo d'incontro , mostre, musica, cultura e cibo nella centralissima piazza del Nettuno. Da tenere sott'occhio per tutti gli eventi che organizza e per le mostre ai resti romani dei sotterranei .”
  • Consigliato da 67 persone del luogo
Strada
“Zona pedonale alto tasso di.... locali dove bere, mangiare, bere, bere.....insomma divertimento in pieno centro città. frequentato da universitari, bolognesi e sempre più turisti”
  • Consigliato da 71 persone del luogo
Fermata dell'autobus
“suggestiva salita sino alla cima della torre Asinelli alta 105 metri per vedere uno splendido panorama.”
  • Consigliato da 63 persone del luogo
Chiesa
“doveva diventare più grande di San Pietro a Roma , ma i lavori furono iterrotti, suggestiva la visita all'interno ove strova la più grande meridiana europea e uscendo sulla piazza Galvani si può salire sino al tetto per godere di9 una magnifica vista della città e delle colline.”
  • Consigliato da 38 persone del luogo
Library
“L’Archiginnasio è il più bel palazzo di Bologna e certamente uno dei più belli d’Italia. Di solito il turista frettoloso passa davanti al portone d’ingresso buttando solo uno sguardo distratto al portico centrale. Invece bastano pochi passi per lasciarsi meravigliare dal un lungo portico con 30 arcate decorate da centinaia di stemmi e due logge ai piani superiori. Orari di apertura: Lunedì-Venerdì 10-18. Sabato: 10-19. Domenica e festivi: 10-14 Costo del biglietto: 3 €”
  • Consigliato da 58 persone del luogo

I migliori ristoranti

Trattoria/Osteria
“Tagliatelle e tortellini in un locale dall'atmosfera vivace con panche di legno e tovagliette all'americana. L'osteria si trova in Via Mentana, una strada del centro di Bologna. Distanza circa 20 min. a piedi.”
  • Consigliato da 65 persone del luogo
Jazz Club
“Storica cantina-ristorante di bologna. Ci si ritrova la crème del jazz-set bolognese. Ottimi concerti a prezzi medi. Cibo buono e menu tradizionale. ”
  • Consigliato da 50 persone del luogo
Ristorante
“Osteria Francescana, ristorante tre stelle Michelin dello Chef Massimo Bottura a Modena”
  • Consigliato da 28 persone del luogo
Enoteca
“Enoteca/trattoria nel bellissimo ghetto ebraico. Il locale è bellissimo, proprone dei piatti buoni ed economici con una bella selezione di vini in mescita o in bottiglia. Possibile anche passare delle ore pomeridiane con un caffè leggendo uno dei tanti libri presenti, o suonare il pianoforte.”
  • Consigliato da 32 persone del luogo
Ristorante
“[ITA] Sapori tradizionali e casarecci, atmosfera calda e accogliente. Per pranzo è consigliato andare a mezzogiorno in punto o alle 11.45 altrimenti si rischia di fare la fila (non si può prenotare). ”
  • Consigliato da 24 persone del luogo
Ristorante italiano
“Non è vicina a casa, ma sicuramente vale la pena spostarsi un po' fuori dal centro perché è un locale davvero speciale. Attenzione: bisogna prenotare con molto anticipo...”
  • Consigliato da 31 persone del luogo
Ristorante italiano
“Piccola trattoria dove si possono mangiare degli ottimi dolci fatti in casa; un po' costoso ma molto buono. Conviene prenotare in mattinata. Small trattoria where you can eat excellent homemade desserts; a bit expensive but very good. It's best to book in the morning.”
  • Consigliato da 17 persone del luogo
Jazz Club
“Bravo Caffè Via Mascarella, 1, Bologna BO Bolognese cuisine and music, about 250 wine labels and live music offered in a room with colorful walls. Certainly one of the best live music venues in Bologna as in the New York village Cucina Bolognese e musica, circa 250 etichette di vino e musica live proposti in un locale curato dalle pareti colorate. Certamente uno dei migliori locali di musica live di Bologna come al village di New York”
  • Consigliato da 29 persone del luogo

Scopri Metropolitan City of Bologna

Esplora altro su Airbnb