Vai al contenuto

Country House in Centro Storico

Valutazione di 4.50 su 5 in 8 recensioni.SuperhostVolpiano, Piemonte, Italia
Intera casa
affittato da Enzo & Sara
3 ospiti2 camere da letto2 letti1 bagno
Intera casa affittato da Enzo & Sara
3 ospiti2 camere da letto2 letti1 bagno
Casa intera
Casa: sarà a tua completa disposizione.
Enzo & Sara è un Superhost.
I Superhost sono host esperti, con valutazioni alte, dediti a offrire ai propri ospiti un soggiorno straordinario.
La casa è dell'800, e tutti gli interni sono originali, come le porte, le volte e le travi in legno. Il caratteristico camino a legna è usufruibile nel periodo invernale e il terrazzo di 50mq potrà essere piacevole nei periodi più caldi. Siamo nel centro storico e a piedi si raggiungono i servizi di prima necessità, come il Macellaio, Verduriere, Panetteria,Caffetteria,Tabacchi,Ristorante e Pizzeria. A soli 400 mt si trova la Stazione che collega in soli 20 min. Volpiano a Torino Centro.

Accesso per gli ospiti
Potrai accedere a tutta la casa e al terrazzo privato di 50 mq.

Altre cose da tenere a mente
Siamo a 15 minuti dall'Areoporto di Torino Caselle e a 20 minuti da torino centro. Stazione di Volpiano a 5 minuti di cammino che collega direttamente a Torino Porto Susa Centro.
La casa è dell'800, e tutti gli interni sono originali, come le porte, le volte e le travi in legno. Il caratteristico c…
La casa è dell'800, e tutti gli interni sono originali, come le porte, le volte e le travi in legno. Il caratteristico camino a legna è usufruibile nel periodo invernale e il terrazzo di 50mq potrà essere piacevole nei periodi più caldi. Siamo nel centro storico e a piedi si raggiungono i servizi di prima necessità, come il Macellaio, Verduriere, Panetteria,Caffetteria,Tabacchi,Ristorante e Pizzeria. A soli 400 mt si trova la Stazione che collega in soli 20 min. Volpiano a Torino Centro.

Accesso per gli ospiti
Potrai accedere a tutta la casa e al terrazzo privato di 50 mq.

Altre cose da tenere a mente
Siamo a 15 minuti dall'Areoporto di Torino Caselle e a 20 minuti da torino centro. Stazione di Volpiano a 5 minuti di cammino che collega direttamente a Torino Porto Susa Centro.
La casa è dell'800, e tutti gli interni sono originali, come le porte, le volte e le travi in legno. Il caratteristico camino a legna è usufruibile nel periodo invernale e il terrazzo di 50mq potrà essere piace…

Sistemazione per la notte

Camera da letto 1
1 letto matrimoniale
Camera da letto 2
1 letto singolo

Servizi

Cucina
Appendiabiti
Lavatrice
TV
Asciugacapelli
Riscaldamento
Essenziali
Parcheggio gratuito in strada
Non disponibile: Rilevatore di monossido di carbonio
Non disponibile: Allarme antincendio

4.50 su 5 stelle su 8 recensioni
4.50 (8 recensioni)

Pulizia
Precisione
Comunicazione
Posizione
Check-in
Qualità/Prezzo

Seleziona date

Questo host offre uno sconto di 5% per soggiorni di una settimana e un sconto mensile di 10%.

Posizione

Posizione esatta fornita dopo la prenotazione.

Volpiano, Piemonte, Italia

Nel 25 a.C. questo territorio, abitato dai Salassi e dai Taurini, divenne parte dell'Impero romano. Nel corso della romanizzazione Volpiano venne interessata dalla centuriazione (ne restano tracce visibili attorno alle cascine Germania, Ruffino, Prono e Verdina)[4] e attraversata dalla strada romea che collegava Augusta Taurinorum a Eporedia e Augusta Praetoria. Di questa presenza abbiamo prove certe anche per la presenza di una grande villa rustica ritrovata sui confini con Brandizzo durante gli scavi per l'alta velocità (TAV). Nel V e VI secolo Volpiano subì le invasioni barbariche e fu sottomessa dai Longobardi.

Nel 771 Carlo Magno mosse guerra contro i Longobardi avviando la riunificazione europea che portò alla costituzione del Sacro Romano Impero. Attorno all'anno Mille, Volpiano fa parte del feudo di Roberto, nobile di origine sveva, marito di Perinzia, anche lei nobile, forse della famiglia di Arduino o di quella dei precedenti signori di Ivrea, gli Anscarici, di origine borgognona. I loro figli furono Goffredo, Nitardo, Roberto e, il più famoso, Guglielmo. Nel 950 Berengario II si ribellò a Ottone I e Roberto da Volpiano, al suo servizio, si trovò a difendere l'isola di San Giulio, sul lago d'Orta, ma, dopo aspri scontri dovette arrendersi. Per riconoscimento del suo valore Ottone stesso battezzò Guglielmo, nato sull'isola durante l'assedio, nel 962. Guglielmo da Volpiano fu un grande uomo del suo tempo: abate, musico, architetto, monaco a Cluny fu organizzatore e riformatore di abbazie in Francia e nell'Impero. Ereditò il nome "da Volpiano" dal padre. Sulle proprietà di famiglia, su richiesta anche dei fratelli, progettò e fece costruire l'Abbazia di Fruttuaria che divenne famosissima in tutta Europa: batteva moneta e teneva contatti per tutto il territorio europeo con migliaia di monaci negli anni del suo massimo splendore.

Volpiano dipese dall'Abbazia di Fruttuaria e il suo castello divenne in alcuni periodi residenza degli abati fino al 1300. Durante la cosiddetta Guerra del Canavese, forse nel 1339, passò sotto i Marchesi del Monferrato. Parlando di questo episodio Pietro Azario descrive il castello, munito di un muro altissimo, e il successivo ampliamento che porta ad una superficie capace di ospitare cinquecento uomini armati (forse tale superficie si riferisce all'intero Ricetto). Sicuramente il castello e l'abitato furono oggetto di nuove ristrutturazioni anche nel XV secolo. Ancora per tutto il XV secolo Volpiano resta un possedimento dei signori del Monferrato, anche quando parte dei loro territori passa sotto il dominio sabaudo. Nel XVI secolo durante la guerra tra francesi e spagnoli è una delle numerose piazzeforti in mano agli imperiali. La sua guarnigione attaccò più volte i francesi che avevano occupato Torino guidata da Cesare de Mayo (o Cesare da Napoli) detto anche Cesare Maggi. Ancora nel 1539 i rappresentanti della comunità giurarono fedeltà ai nuovi signori del Monferrato, Margherita e Federico Gonzaga. Nel 1552 i francesi assediarono inutilmente Volpiano e infine nel 1555 presero e distrussero il castello. Nel 1631 con il trattato di Cherasco Volpiano passò sotto il dominio sabaudo con il duca Vittorio Amedeo I.
Nel 25 a.C. questo territorio, abitato dai Salassi e dai Taurini, divenne parte dell'Impero romano. Nel corso della romanizzazione Volpiano venne interessata dalla centuriazione (ne restano tracce visibili atto…

Ospitato da Enzo & Sara

Membro dal giorno ottobre 2015
  • 54 recensioni
  • Verificato
  • Superhost
  • 54 recensioni
  • Verificato
  • Superhost
Durante il tuo soggiorno
Per qualsiasi informazione e suggerimenti siamo a disposizione.
Enzo & Sara è un Superhost
I Superhost sono host con esperienza e valutazioni molto alte, che si impegnano al massimo per fornire soggiorni straordinari ai loro ospiti.
  • Tasso di risposta: 100%
  • Tempo di risposta: entro un'ora
Per proteggere i tuoi pagamenti, non trasferire mai del denaro e non comunicare fuori dal sito web o dall'app di Airbnb.

Cose da sapere

Regole della casa
Check-in: 15:00 - 19:00
Check-out: 12:00
Non è consentito fumare
Animali non ammessi
Vietato organizzare feste/eventi