Vai avanti per accedere ai risultati suggeriti

    Progettare con un budget limitato: i consigli della Superhost Huma

    Una fashion editor e Superhost rivela i suoi segreti per risparmiare.
    Da Airbnb, in data 9 apr 2019
    Lettura di 5 min.
    Ultimo aggiornamento: 5 mar 2020

    Nel distretto di Stockwell, a South London, si trova una casa vittoriana color verde chiaro con una porta rosa lampone. Spingi il pomello in ottone al centro della porta, sali una vecchia scala e ammira la luce del sole riversarsi su un letto vintage posizionato su di un pavimento fatto di ampie assi di legno, tra pareti dall'audace tonalità turchese. Ti diamo il benvenuto nella casa della Superhost Huma, una dimora storica ricca di servizi moderni e dotata di quattro camere da letto.

    "È una sinfonia estetica davvero meravigliosa", scrive Mimi di Vienna, in Austria, una dei tanti ospiti che hanno commentato gli arredi e lo stile di Huma. "Ogni piccolo dettaglio è studiato prestando moltissima attenzione alla raffinatezza e tutti gli arredi raccontano una loro piccola storia."

    Vedendo la cura con cui Huma ha arredato il su alloggio, è difficile credere che non abbia una formazione nel campo del design di interni. In realtà, è guidata solo dalla sua passione per l'home design, che coltiva grazie all'attività di host.

    La Superhost ha messo da parte i pennelli con cui stava ridipingendo una libreria per raccontarci come ha iniziato a ospitare, darci dei consigli su come ristrutturare una vecchia casa con un budget limitato e spiegarci come riesce a portare avanti la sua attività di host nonostante abbia un lavoro a tempo pieno come direttrice di una rivista.

    Ogni angolo della tua casa è incantevole e armonioso. Il tuo lavoro nell'editoria ti ha dato qualche spunto?
    "Lavoro come redattrice per una rivista di moda indipendente, ma l'interior design è una mia passione di lunga data, che coltivo da ben prima di iniziare a lavorare nell'editoria. Ho incominciato a scovare oggetti per la mia prima casa ancor prima di averne una (adoro sbizzarrirmi con le posate, ad esempio) e divoro le riviste di arredamento. Lo scopo finale era quello di arredare il mio primo alloggio."

    E hai deciso di valorizzare tutto questo attraverso la tua attività di host su Airbnb?
    "Beh, quando mi sono iscritta alla piattaforma era il 2012, l'anno delle Olimpiadi, e tutti non facevano che parlare di quanti soldi si potessero guadagnare. Il mio obiettivo, però, non era fare fortuna, ma più semplicemente riempire un vuoto. All'epoca non avevo un inquilino e stavo vendendo il mio appartamento. È stato solo nel 2016 che ho iniziato ad affittare la mia casa. Prima di allora avevo dei coinquilini, quindi ho semplicemente deciso di fare un tentativo come host su Airbnb per una delle stanze a disposizione. Pensavo che si sarebbe trattato di una situazione temporanea, ma poi le prenotazioni per le stanze hanno incominciato a fioccare. Da quando l'ultimo coinquilino se n'è andato la scorsa estate, ho pubblicato su Airbnb tutte e tre le stanze. Non c'è stata alcuna strategia: la situazione si è solo evoluta naturalmente fino a coinvolgermi completamente."

    Parlaci della ristrutturazione del tuo alloggio. Sembra una bella impresa.
    "Ristrutturare questa casa è stato un lavoro non da poco. Non voglio sapere quanto ho speso in totale, ma di certo quello che è costato di più è stata la manodopera: muratori, idraulici, imbianchini e altri incarichi di cui non potevo occuparmi in prima persona. In termini di arredi, ho speso molto meno di quanto si potrebbe pensare. Andare alla ricerca di occasioni è la mia passione. È raro che paghi l'intero prezzo al dettaglio per quello che acquisto. Gran parte dei miei arredi è vintage e li acquisto su eBay a un prezzo molto basso. In alcuni casi non mi sono costati nulla: mi ci sono semplicemente imbattuta. Una volta, per esempio, sono andata a trovare mio fratello, ho visto una sedia per strada e ho strillato: "Ferma l'auto!" Quella sedia aveva proprio una bella forma e non c'erano termiti (bisogna sempre controllare!), quindi ho potuto ridipingerla. Mi basta che la struttura sia solida per ridare vita a un oggetto dall'aspetto logoro."

    Credi che la ricerca di occasioni da ridipingere ti abbia ripagato?
    "Sì, penso che il motivo principale per cui la gente prenota il mio alloggio sia per il suo aspetto, per gli interni. Lo notano e ne parlano."

    Qualche consiglio per gli host intenzionati a ristrutturare la propria casa, ma forse spaventati da un investimento troppo grande in termini di tempo o denaro?
    "Per prima cosa, il modo più economico per dare un altro aspetto a una stanza è ridipingerla. La pittura permette di ottenere un vero cambiamento spendendo relativamente poco. Personalmente, credo che dipingere le pareti di bianco sia una pessima scelta. A meno che non abbiate uno spazio industriale in stile loft, le pareti bianche trasmettono un senso di freddezza e noia, senza contare che si sporcano in un attimo. Il colore che utilizzo di più è il grigio. Permette di ottenere uno sfondo neutro che sta bene con tutto, ma è più sofisticato del bianco e si sporca meno rapidamente. Il grigio chiaro è una scelta ideale per chi non è abituato ad abbinare i colori: non stona praticamente con niente."

    Come riesci ad avere un lavoro a tempo pieno e, allo stesso tempo, essere una host?
    "Per la maggior parte dei giorni lavoro da casa e questo mi offre la flessibilità di cui ho bisogno per fare l'host. Se dovessi andare in ufficio per tutto il giorno, non penso proprio che riuscirei a portare avanti entrambe le attività. Ho due schermi accesi, così riesco ad amministrare il mio account e la corrispondenza su Airbnb e a gestire il lavoro presso la rivista. Non sempre rispondo immediatamente, ma ci riesco perlopiù nel giro di mezz'ora. Gli ospiti di solito restano piuttosto sorpresi e lo apprezzano. Non fisso lo schermo del computer per tutto il tempo perché c'è comunque l'app di Airbnb che mi invia le notifiche.

    Al mattino, quando prendo il caffè, mi assicuro di non essermi lasciata sfuggire nessuna novità, così posso pianificare il resto della mia giornata. Tuttavia devo dedicarmi con molta attenzione a questa attività, organizzarmi e pensare a cosa devo pulire e preparare per prima cosa. La camera da letto ha sempre la precedenza. L'ultima cosa che puoi augurarti è che non sia pronta quando l'ospite arriva. Poi mi concentro sui bagni."

    Vuoi aggiungere qualcos'altro?
    "All'inizio, mi preoccupavo se un mese sembrava un po' fiacco in termini di prenotazioni, ma ho imparato a essere più rilassata. Se si fa del proprio meglio, le prenotazioni alla fine arrivano. Bisogna avere fiducia nel proprio prodotto. Oh, un'ultima cosa: non farete mai così tante pulizie e bucati nella vostra vita come quando ospitate."

    Airbnb
    9 apr 2019
    È stato utile?