Vai avanti per accedere ai risultati suggeriti

    Una giovane madre propone soggiorni in tenda per fughe romantiche

    Per questa Superhost, il glamping è diventato in men che non si dica sinonimo di flessibilità finanziaria.
    Da Airbnb, in data 8 feb 2021
    Lettura di 18 min.
    Ultimo aggiornamento: 28 apr 2021

    In breve

    • Affittando una tenda unica e non allacciata alle utenze, questa Superhost affronta più serenamente le sue spese e aumenta il guadagno familiare.

    • Questi incassi le danno la possibilità di stare più tempo con suo marito e i suoi figli piccoli.

    • Ama condividere questo spazio minimalista in un angolo tranquillo dell'idilliaca fattoria dei suoi genitori.

    Alla Superhost Donna di Egmont Village, in Nuova Zelanda, è sempre piaciuto trovare soluzioni creative ai problemi. Appena qualche anno fa, quando l'assistente odontoiatrica si era trasferita in una piccola città mineraria in Australia con suo marito Shane, aveva lavorato come camionista per far quadrare i conti.

    Avuto il primo figlio, la coppia è tornata in Nuova Zelanda per stare più vicino alla famiglia. Hanno comprato una casa accanto alla fattoria dei genitori di Donna e, con un secondo figlio in arrivo, hanno iniziato a pensare a come evitare di lavorare a tempo pieno anche solo per permettersi un posto all'asilo nido.

    La mattina del 1° gennaio 2019, durante un viaggio in campeggio per festeggiare il nuovo anno, Donna ha avuto un'illuminazione: diventare host. Quando si è svegliata, ha scorto una tenda eretta nelle vicinanze e si è immaginata qualcosa di simile nella fattoria dei suoi genitori. Sicuramente gli ospiti avrebbero fatto la fila per dormirci.

    "Me ne sono innamorata all'istante", racconta Donna. "Prima ancora che la povera proprietaria della tenda potesse versarsi il caffè appena sveglia, le ho chiesto di visitarla. Quando mi ha parlato del costo, mi sono fiondata da mio marito e ho iniziato una difficile trattativa."

    Quella tenda a campana, pensava Donna, sarebbe stato il pass per la flessibilità finanziaria. La struttura in tela pieghevole, sostenuta da un unico palo, in un design classico che esiste da secoli, era al contempo bella e conveniente. Affittando una tenda su Airbnb, Donna avrebbe potuto condividere il fascino della proprietà di famiglia e permettersi di stare a casa con i suoi figli.

    "Romanticismo e nuova linfa al rapporto"

    Prima di acquistare una tenda Lotus Belle, Donna già sapeva come l'avrebbe pubblicizzata: un romantico rifugio fuori porta per le coppie che cercano di entrare in connessione tra loro e non con il wifi.

    "Anche noi facevamo un po' di fatica a gestire il nostro rapporto", racconta Donna. "Non ci vedevamo quasi mai, e conosco altre coppie nella stessa situazione. Volevo davvero creare uno spazio con un tocco romantico, per dare nuova linfa ai rapporti di coppia."

    C'erano un paio di ragioni per cui era così certa della sua idea. Innanzitutto, credeva che gli ospiti sarebbero stati ammaliati dalla campagna intorno alla fattoria tanto quanto lei. E, in secondo luogo, immaginava che esistesse un mercato per persone come lei, in cerca della possibilità di trascorrere momenti di qualità con il proprio partner.

    "Volevo creare un posto dove tirare fuori se stessi, staccare la spina e tornare in sintonia; e infine ricordare perché ci si è sposati e perché sono arrivati i figli", afferma Donna. "Doveva essere un luogo dove ricaricarsi per ripetere di nuovo tutto."

    L'unione fa la forza

    Con l'esperienza da ebanista di Shane e la passione di Donna per gli oggetti recuperati e i progetti fai da te, la coppia ha saputo combinare la creatività con uno stile minimalista. "Cerchiamo di fornire ai nostri ospiti tutto ciò che serve ed eliminiamo ciò che non è necessario", spiega Donna.

    La tenda è arroccata su un'ampia veranda di legno che conduce a una vasca all'aperto con piedini ad artiglio, recuperata da una casa colonica, e in più è disponibile una stanza separata, costruita per ospitare il bagno e la cucina. Le piante di lavanda addobbano la veranda, e un sentiero conduce a un focolare per i falò, dove ceppi d'albero fanno da sgabelli e una barca intagliata funge da poltrona, proprio di fronte a un ruscello.

    Un pannello solare sul tetto, uno dei pochi oggetti di ultima generazione, alimenta l'intera struttura, comprese le coperte elettriche. All'interno della tenda c'è spazio per un tavolo da bistrot, una piccola stufa a legna e un vecchio baule pieno di libri e giochi. Shane ha costruito la base del letto, mentre Donna si è occupata della testiera.

    "Lo chiamiamo ingegno neozelandese, quando trovi qualcosa e cominci a immaginarti a quale altra funzione potresti destinarla", aggiunge Donna. "Non potevo accontentarmi di un alloggio generico, volevo che fosse speciale. Ed è proprio questo l'aspetto per cui ricevo sempre complimenti: i tocchi personali."

    I frutti del proprio lavoro

    Evidentemente la fiducia di Donna nella propria idea era ben riposta. Nella tenda sono già state fatte quattro proposte di matrimonio, e lei e Shane sono costretti a bloccare le notti quando hanno voglia di averla tutta per loro.

    Al momento dell'investimento iniziale di 25.000 dollari, Donna aveva calcolato che, riuscendo ad avere soggiorni nella maggior parte dei fine settimana, lo avrebbero ripagato tra i 12 e i 18 mesi. Invece sono riusciti a riempire anche i giorni feriali, recuperando i costi nel giro di 6 mesi.

    "Una cosa davvero pazzesca", si meraviglia Donna. "A volte ancora non ci credo; ho fatto il tutto esaurito."

    Secondo Donna, ospitando su Airbnb ha ottenuto molti vantaggi, a livello tangibile e non. Ora lavora un giorno alla settimana come assistente odontoiatrica e per un paio d'ore al giorno si occupa della manutenzione della sua proprietà e della gestione delle prenotazioni. Il resto del suo tempo è dedicato alla famiglia.

    "È stata la scelta migliore che avremmo mai potuto fare per la nostra famiglia", dichiara Donna. "Ho la flessibilità per fare comunque la mamma che aspetta i suoi bambini davanti al cancello. E mi dà anche un senso di orgoglio. Di fatto, sto facendo qualcosa anche per me."

    Ho la flessibilità per fare comunque la mamma e mi sento orgogliosa di me stessa.

    Parte di qualcosa di più grande

    Quando hanno creato il loro sito di glamping, Donna e Shane hanno pensato che, se l'attività di host non fosse decollata, almeno avrebbero avuto un rifugio esclusivo per loro. E invece tale è stato il successo che ora progettano di acquistare e affittare anche una cupola geodetica.

    "Adoro il riscontro che ho ricevuto", esclama Donna. "Mi piace poter offrire alle persone momenti davvero belli e riuscire a perseguire il nostro obiettivo."

    Per Donna ospitare è diventato ben più che un mezzo per raggiungere uno scopo. "È così gratificante", spiega. "Io controllo la mia parte, e Airbnb semplifica l'aspetto commerciale. E so di far parte di qualcosa di più grande."

    Vuoi offrire anche tu un soggiorno in tenda?
    Inizia

    In breve

    • Affittando una tenda unica e non allacciata alle utenze, questa Superhost affronta più serenamente le sue spese e aumenta il guadagno familiare.

    • Questi incassi le danno la possibilità di stare più tempo con suo marito e i suoi figli piccoli.

    • Ama condividere questo spazio minimalista in un angolo tranquillo dell'idilliaca fattoria dei suoi genitori.

    Airbnb
    8 feb 2021
    È stato utile?