I suggerimenti verranno mostrati dopo aver digitato l'input di ricerca. Utilizza le frecce su e giù per consultare. Utilizza invio per selezionare. Se la selezione è una frase, questa verrà inviata per effettuare la ricerca. Se il suggerimento è un link, il browser accederà alla pagina.
Regolamenti

New York, Stato di New York

Unisciti a un Host Club locale: vuoi metterti in contatto con gli host della tua zona per ricevere consigli e suggerimenti? Unisciti al gruppo ufficiale di host della tua comunità su Facebook!

Prima di decidere se vuoi diventare un host Airbnb, è importante che comprenda le leggi e i termini di Airbnb in vigore nella tua città. Come piattaforma non forniamo consulenza legale, ma proponiamo alcuni link utili che possono aiutarti a capire meglio leggi e regolamenti di New York. Questo elenco non è esaustivo, ma dovrebbe costituire un buon punto di partenza nella comprensione delle leggi e dei termini locali di riferimento. Per qualsiasi domanda, contatta direttamente il Department of Buildings, il Department of Finance o altri enti locali, oppure rivolgiti a un legale o a un commercialista del luogo.

Orientarsi tra i requisiti legati all'ospitalità a New York

Negli ultimi 5 anni abbiamo collaborato con la municipalità di New York per tracciare la strada verso un'ospitalità responsabile. Come host a New York, potresti aver sentito parlare della recente modifica a una legge da parte della municipalità, che potrebbe influire sul tuo modo di ospitare. Secondo tale modifica, Airbnb e tutte le altre piattaforme per gli affitti a breve termine devono richiedere il tuo consenso a condividere i dati sulla tua attività di host e sul tuo alloggio con la municipalità. Se non vorrai fornire tale consenso, potrai sempre decidere di accettare prenotazioni da 30 notti in su, che sono esenti da tale condizione.

Per aiutarti a districarti tra i suddetti requisiti e modifiche, abbiamo creato una guida che li analizza, spiegando le eventuali implicazioni.

Requisiti per la condivisione dei dati a New York

La municipalità di New York richiede che le piattaforme di home-sharing come Airbnb condividano i dati sugli alloggi e sulla tua attività di host. Prima di farlo, ti chiederemo di acconsentire alla trasmissione di queste informazioni alla municipalità. Solo una volta ottenuto il consenso, procederemo con la condivisione di tali dati. La modifica alla normativa ha effetto a decorrere dal 3 gennaio 2021.

Ecco un elenco delle informazioni che comunicheremo alla municipalità di New York:

  1. Dati su host e co-host:
    1. Nome.
    2. Indirizzo fisico (via, civico, interno, distretto o contea e codice postale).
    3. Numero di telefono.
    4. Indirizzo email.
    5. Codice ID del profilo.
    6. URL del profilo
    7. Importo totale che la piattaforma ha corrisposto all'host.
    8. Intestatario del conto (usato dall'host per ricevere i pagamenti) e relativo numero identificativo debitamente anonimizzato.

  2. Informazioni sugli alloggi:
    1. Indirizzo fisico (via, civico, interno, distretto o contea e codice postale).
    2. Titolo dell'annuncio.
    3. Codice ID dell'annuncio.
    4. URL dell'annuncio.
    5. Tipologia (per es. alloggio intero, stanza privata ecc.).
    6. Numero totale di notti prenotate per ciascun alloggio.

Affittare per soggiorni di almeno 30 notti
Se rifiuterai di condividere le tue informazioni con la municipalità, non potrai offrire soggiorni a breve termine su Airbnb. Potrai quindi accettare soltanto prenotazioni per permanenze di minimo 30 notti.

Questo tipo di soggiorno presenta comunque una serie di vantaggi. Oltre all'esenzione dai requisiti di condivisione dei dati, è utile per aumentare il tuo potenziale di guadagno e ridurre la rotazione degli ospiti. Ospitare per almeno 30 notti può anche aiutarti a raggiungere nuovi tipi di viaggiatori, come i professionisti che lavorano da remoto.

Dettagli sulle esenzioni

Alcuni tipi di alloggi sono esenti, e i relativi dati non verranno quindi condivisi con la municipalità. Tra gli altri, quelli che seguono:

  • Alloggi di classe B, come gli hotel con licenza, che siano inclusi nell'elenco delle esenzioni gestito dalla municipalità.
  • Alloggi che vengono affittati per non più di 4 notti a trimestre.
  • Stanze private che non possono accogliere più di 2 ospiti.
  • Camere condivise che non possono accogliere più di 2 ospiti.

Anche se in questi casi i dati non verranno trasmessi alla municipalità, i relativi host dovranno comunque acconsentire alla condivisione dei dati, nell'eventualità che la tipologia di alloggio cambi o non sia più esente.

Sappiamo che orientarsi tra questi regolamenti può essere impegnativo. Come sempre, continueremo a sostenere la nostra community di host e l'home-sharing responsabile nella città di New York. Se hai altre domande sui requisiti di ospitalità a New York, consulta anche il nostro Centro Assistenza.

Licenze commerciali

Per proseguire con la tua attività a New York potresti dover ottenere una licenza o un'autorizzazione speciale. Per ulteriori informazioni, consulta il nuovo portale dedicato alle aziende, il business regulation finder e il nuovo codice amministrativo della municipalità di New York (disponibile nella sezione ADC del sito web dello Stato di New York).

Multiple Dwelling Law

La Multiple Dwelling Law dello Stato di New York limita la concessione in locazione di alloggi plurifamiliari di classe A per periodi inferiori ai 30 giorni in assenza dell'host. Puoi trovare le definizioni di "class A" (classe A) e "multiple dwelling" (alloggio plurifamiliare) nelle sezioni 4-7 e 4-8 dell'Articolo 1 della Multiple Dwelling Law. Tale normativa prevede delle esenzioni per gli affitti relativi a "pensionanti, affittuari e inquilini".

Pubblicità

Lo Stato di New York vieta inoltre di pubblicizzare la locazione di alloggi di classe A che violino le restrizioni imposte dalla Multiple Dwelling Law sugli affitti a breve termine. Ai trasgressori, la municipalità applicherà multe che partono da un minimo di 1.000 USD per la prima violazione.

Controllo degli affitti

Il New York Administrative Code (disponibile nella sezione ADC sul sito web dello Stato di New York) definisce le regole relative alla stabilizzazione (sezione 26-501-26-520) e al controllo (sezione 26-401-26-415) degli affitti. Se vivi in una sistemazione con canone bloccato o calmierato, ti consigliamo di leggerle attentamente. Il sito web della Rent Guidelines Board di New York City, l'ente regolatore degli affitti, fornisce delle risorse utili al riguardo.

Imposte

New York City e lo Stato di New York impongono varie tasse che potrebbero applicarsi a soggiorni a breve termine o a scopo turistico, prevedendo alcune esenzioni. Esempi di tasse che potrebbero riguardare il tuo alloggio sono le imposte statali sulle vendite e sull'utilizzo, la tassa di soggiorno alberghiera cittadina e le imposte statali e cittadine giornaliere sull'affitto di camere. Ulteriori informazioni in merito alle tasse sulle vendite sono disponibili sul sito web del Department of Taxation dello Stato di New York. Per scoprire di più sulle tasse di soggiorno, invece, consulta il sito web della municipalità (il termine "hotel" ha un significato piuttosto vasto che potrebbe includere anche tipologie di alloggio come il tuo). Airbnb riscuote e versa già le tasse di soggiorno di contea per conto degli host di almeno 30 contee nello Stato di New York. Puoi consultare un elenco completo delle contee qui.

Altre regole

È importante inoltre comprendere e rispettare altri accordi o regole che ti riguardano, come contratti di locazione, regolamenti condominiali o cooperativi, o regole di associazioni di proprietari di immobili o locatori. Ti consigliamo di esaminare il tuo contratto di affitto e di consultare il proprietario di casa, ove applicabile.

Questo articolo ti è stato d'aiuto?
Ricevi assistenza per le tue prenotazioni, il tuo account e altro.
Accedi o registrati