Vai al contenuto
    Vai avanti per accedere ai risultati suggeriti

    Esperienze che prevedono la presenza di musica

    Ultimo aggiornamento: 5 aprile 2019

    Questa pagina di informazioni offre un'introduzione alle leggi e ai requisiti di registrazione che possono riguardare la tua esperienza Airbnb che prevede la presenza di musica.

    Ti ricordiamo che le informazioni fornite sono generiche, non esaustive e non rappresentano una consulenza legale. Questa pagina è pensata per fornirti esempi sui tipi di regole che possono essere applicate alla tua esperienza e per aiutarti a comprendere alcuni aspetti da prendere in considerazione in relazione a essa.

    In qualità di host di esperienze, sei in controllo delle attività che offri ed è tua responsabilità comprendere e rispettare qualsiasi legge o normativa applicabile. Paesi diversi hanno requisiti e regole per le licenze differenti. Questo articolo può servire come punto di partenza o di riferimento in caso di dubbi, ma ricorda che non è un testo esaustivo, non costituisce una consulenza legale e non possiamo garantire l'affidabilità o l'accuratezza di alcuna fonte al suo interno. Dovresti verificare che le leggi e le procedure non siano cambiate di recente.

    Principi di base per le esperienze che prevedono la presenza di musica

    Negli Stati Uniti, la musica è generalmente tutelata dalla legge sul copyright, a meno che non siano brani di pubblico dominio. Quando un'opera è protetta da copyright, vuol dire che il proprietario della stessa gode di determinati diritti esclusivi su di essa. Se riproduci musica durante la tua esperienza (o trasmetti un'esperienza su Internet), potresti dover ottenere delle licenze per poterlo fare. Diversi fattori relativi alla tua esperienza, tra cui la posizione, il luogo e il tipo di attività, influiranno sulle licenze che dovrai ottenere, ma in tutti i casi i relativi obblighi ricadranno su di te o sul luogo ospitante.

    Ottenere il diritto di eseguire o utilizzare brani musicali in altro modo spesso richiede la stipula di un contratto di licenza. Il contratto di licenza applicabile in genere specificherà, tra le altre cose, dove è possibile riprodurre musica, quale musica è possibile riprodurre, in che modo è possibile (o meno) utilizzare la musica, quanto si deve pagare per il diritto di utilizzare la musica, la validità o la durata della licenza e quale report sull'utilizzo della musica, se previsto, può essere richiesto. Il mancato ottenimento della licenza corretta potrebbe rappresentare una violazione del copyright, con multe che vanno da 750 USD a 30.000 USD per opera violata, fino a un massimo di 150.000 USD per opera se la violazione è "intenzionale".

    Ci sono due tipi di diritti d'autore nel settore della musica: (1) il copyright nell'opera musicale (noto anche come composizione), che include le note musicali e i testi di una canzone; e (2) il copyright di un'esibizione specifica, come facente parte di una registrazione sonora. Una canzone registrata, come ad esempio un brano su un CD, è composta da due opere protette da copyright: la registrazione sonora dell'artista che esegue l'opera musicale e l'opera musicale stessa.

    Le opere musicali sono in genere di proprietà di editori musicali o sotto il loro controllo, mentre le registrazioni sonore appartengono generalmente a case discografiche o sono controllate da queste ultime. Tuttavia, il diritto di riprodurre pubblicamente opere musicali (sia da un CD o LP che da un gruppo durante un'esibizione dal vivo) è generalmente amministrato da organizzazioni per i diritti di esecuzione (Performing Rights Organizations, PRO), tra cui ASCAP e BMI, le più importanti negli Stati Uniti. Paesi diversi dagli Stati Uniti avranno quasi sempre almeno una PRO, e in alcuni casi più di una, con varie organizzazioni che controllano i diritti in opere musicali differenti. Le opere musicali spesso includono più di un detentore di copyright, in quanto più persone possono scrivere un brano insieme, con la possibilità che ogni co-autore possa assegnare i propri diritti a un diverso editore musicale e a PRO differenti. Potrebbe essere necessario il permesso dei diversi rappresentanti di questi coautori per eseguire un'opera pubblicamente, in quanto le PRO e la maggior parte degli editori musicali concedono licenze solo per interessi di cui sono proprietari o su cui detengono il controllo per una canzone.

    Poiché la licenza musicale può richiedere la necessità di garantire i diritti da parte di più titolari di copyright, ti consigliamo di affidarti a un consulente legale esperto per assicurarti che tutti i diritti necessari siano stati ottenuti. È tua responsabilità verificare se il tuo uso di brani musicali richieda o meno una licenza e ottenerne una a seconda del caso.

    Scopri se è necessaria una licenza musicale per la tua esperienza

    Se offri un'esperienza in cui un artista eseguirà cover, allora potresti dover ottenere solo i diritti sulle opere musicali. Regole simili possono essere applicate se l'esperienza viene trasmessa in diretta streaming su Internet, anche se questa formula può implicare diritti aggiuntivi, a seconda di come venga creato il live streaming. In genere, l'esibizione dal vivo di un artista non comporterebbe una registrazione sonora a meno che non si stia suonando su una traccia preregistrata. Al contrario, un evento di karaoke potrebbe richiedere l'ottenimento di diritti sia sulle opere sia sulle basi musicali, che possono essere diverse dalle registrazioni sonore messe in commercio e che potresti aver acquistato su CD o da iTunes. Data la natura del karaoke, potrebbe essere necessario acquisire anche i diritti per mostrare i testi dell'opera musicale. Se riproduci un'opera musicale in pubblico, sia che si tratti di un brano registrato che di un'esibizione dal vivo di un'artista, allora potresti dover ottenere una licenza per le esibizioni pubbliche da una PRO.

    Una semplice regola generale è quella per cui se riproduci o hai riprodotto opere musicali in un luogo aperto al pubblico, ti occorre ottenere delle licenze per esibizioni pubbliche relative a opere musicali. Se riproduci registrazioni sonore o le hai già riprodotte, potresti non aver bisogno di una licenza per le esibizioni dal vivo, ma ti conviene comunque avvalerti di un consulto legale prima di prendere una decisione finale.

    Inoltre, potresti aver bisogno di licenze se effettui copie di opere musicali non originali all'interno dell'esperienza offerta, ad esempio se fai copie su CD che fornirai ai tuoi ospiti o se registri un'esperienza e intendi renderla disponibile online dopo l'attività, sia su richiesta che come procedura standard. Ciò è dovuto al fatto che i titolari dei diritti d'autore sulle opere musicali e sulle registrazioni sonore hanno diritti esclusivi di riproduzione e distribuzione, e la realizzazione di copie di opere musicali e di registrazioni sonore o la distribuzione di copie delle stesse può richiedere l'autorizzazione dei titolari del copyright.

    Verificare se la musica è soggetta alla tutela del copyright richiede un'analisi caso per caso. Una semplice regola generale è che se le opere musicali sono contemporanee o risalgono ad alcuni decenni fa, allora è probabile che siano protette da copyright. La tutela del copyright dura molto a lungo, quindi in caso di dubbi, è consigliabile presumere che un'opera sia protetta. Il Copyright Information Center della Cornell University è una risorsa utile per stabilire se un'opera è di dominio pubblico negli Stati Uniti. La durata della tutela del copyright per le opere musicali e le registrazioni sonore varia in base al Paese.

    Ottenere una licenza musicale

    Per ottenere una licenza che ti consenta di utilizzare brani musicali, puoi contattare i proprietari del copyright degli stessi o i loro rappresentanti autorizzati.

    Performing Rights Organizations (PRO)

    Compositori, autori dei testi ed editori americani di solito aderiscono a una PRO accordandole il diritto non esclusivo di concedere in licenza i loro brani e tutelare i loro diritti nelle esibizioni pubbliche. Le PRO più importanti degli Stati Uniti sono l'American Society of Composers, Authors, and Publishers (ASCAP),Broadcast Music, Inc. (BMI), SESAC e Global Music Rights (GMR). Potrebbero esserci anche altre PRO che si occupano della tutela di opere musicali meno popolari. Le PRO solitamente concedono licenze generali per eseguire pubblicamente tutte le opere che rappresentano. A seconda della musica che vuoi utilizzare per la tua esperienza, potresti aver bisogno di una licenza rilasciata da una o più PRO. Le PRO spesso forniscono uno strumento di ricerca di repertorio sul loro sito web. Se sai già quali opere musicali riprodurrai, puoi identificare i proprietari dei relativi copyright o i rappresentanti dei brani tramite uno di questi strumenti di ricerca.

    Al di fuori degli Stati Uniti, gli autori di canzoni spesso assegnano i propri diritti a una PRO in modo che questa organizzazione diventi l'unica entità in grado di autorizzare l'esecuzione pubblica dei brani dell'autore in questione. Dovresti contattare la PRO del tuo Paese per informarti su quali licenze potrebbero essere necessarie per qualsiasi esperienza tu voglia proporre. Ricorda inoltre che potrebbero esserci una o più PRO autorizzate a concedere in licenza esecuzioni pubbliche di opere musicali e una o più PRO in un Paese autorizzate a concedere in licenza esecuzioni pubbliche di registrazioni sonore.

    Va anche considerato che la terminologia utilizzata per descrivere i diritti musicali può variare a seconda del Paese. Le PRO sono note anche come organizzazioni di gestione collettiva (Collective Management Organizations, CMO) o società di licenze musicali (Music Licensing Companies, MLC). Le royalty derivanti dal diritto al pagamento (right-to-be-paid) possono essere definite come un diritto alla remunerazione (right of remuneration). Invece, il diritto di riprodurre una registrazione sonora potrebbe essere indicato come diritto di contiguità (neighboring right).

    Riproduzioni pubbliche di registrazioni sonore

    Se prevedi di riprodurre brani musicali registrati in un'esperienza negli Stati Uniti, l'esecuzione pubblica di registrazioni sonore potrebbe non necessitare di una licenza, per via di alcune esenzioni legali. Paesi diversi dagli Stati Uniti in genere non beneficiano di tali esenzioni, per cui è probabile che si applichino norme differenti. Per informazioni su certi utilizzi di registrazioni sonore negli Stati Uniti, puoi visitare il sito web di SoundExchange, Inc., un'organizzazione non profit creata per riscuotere e distribuire royalty per determinate esibizioni pubbliche e per la creazione di copie di registrazioni sonore.

    Etichette discografiche, editori musicali e artisti individuali

    Se vuoi utilizzare opere musicali o registrazioni sonore specifiche durante la tua esperienza, puoi anche contattare direttamente i relativi detentori del copyright (almeno negli Stati Uniti). Tuttavia, questa procedura richiede spesso molto tempo e le grandi aziende potrebbero non essere in grado di rispondere a singole richieste di licenza. Se la tua esperienza prevede l'esibizione di un artista che ha scritto la propria musica e la esegue dal vivo, allora l'artista potrebbe essere in grado di concederti una licenza diretta per l'esecuzione pubblica della propria musica. La possibilità di concedere una licenza diretta, tuttavia, dipende dal fatto che l'artista abbia o meno ceduto i propri diritti a terzi, come ad esempio un editore musicale o una CMO. Se un artista ha assegnato i propri diritti a terzi, anche se è autore della musica, potrebbe quindi non avere l'autorità per concederti una licenza diretta. In tal caso, devi ottenere una licenza da una PRO o una CMO, a seconda del Paese in cui ti trovi.

    Altri aspetti da tenere a mente

    Alcune giurisdizioni potrebbero avere leggi che limitano il disturbo della quiete pubblica o richiedono permessi per attività di intrattenimento dal vivo.

    È preferibile verificare presso la commissione urbanistica o l'autorità di pianificazione del posto se esistono regole locali che limitano i modi in cui può essere utilizzata la sede della tua esperienza.

    Se la tua esperienza prevede l'utilizzo di musica in combinazione con un'altra attività, consulta i nostri altri articoli dedicati all'ospitare responsabilmente per informarti sulle diverse regole che possono riguardare la tua esperienza.

    Avere a che fare con la musica può comportare delle insidie. Se c'è qualche aspetto della tua esperienza su cui hai dubbi, ti incoraggiamo a rivolgerti a un avvocato. Se proponi un'esperienza negli Stati Uniti, un'ottima risorsa è il sito web dello U.S. Copyright Office.

    Airbnb non è responsabile per l'affidabilità o la correttezza delle informazioni presenti in qualsiasi link di siti esterni (inclusi quelli relativi a leggi e regolamenti).

    Il mancato adempimento da parte degli host delle proprie responsabilità può comportare la sospensione dell'attività o la rimozione da Airbnb.

    Risorse aggiuntive

    American Society of Composers, Authors, and Publishers (ASCAP)

    Broadcast Music, Inc. (BMI)

    Global Music Rights (GMR)

    SESAC

    SoundExchange, Inc.