Vai al contenuto
Usa i tasti direzionali alto e basso per esplorare i suggerimenti.
Salta e vai al contenuto principale dell'help

Politica di non discriminazione di Airbnb: il nostro impegno a favore dell'integrazione e del rispetto tra i membri

Airbnb è una community aperta che facilita gli scambi internazionali e rende possibili esperienze condivise tra persone di tutto il mondo. Di tale community fanno parte milioni di utenti, provenienti da quasi ogni Paese del globo. La composizione della community è estremamente varia e i suoi membri hanno culture, regole e valori molto diversi tra loro.

Airbnb è impegnata a creare un mondo in cui le persone, indipendentemente dal loro background e dalla distanza che le separa da casa, si sentano benvenute e rispettate. Questo impegno si basa su due principi fondamentali, che valgono tanto per gli host quanto per gli ospiti: l'inclusione e il rispetto. La nostra osservanza condivisa di tali principi consente a ogni membro della community di sentirsi benvenuto sulla piattaforma di Airbnb, a prescindere dal luogo in cui si trova o da cui proviene, dalla sua fede religiosa o dalla persona che ama. Airbnb è consapevole che alcuni Stati permettono, o impongono, di operare distinzioni tra le persone in base alla loro provenienza, al genere, allo stato civile o all'orientamento sessuale, e non chiede ai propri host di violare le leggi locali o di intraprendere azioni che potrebbero renderli per legge perseguibili. Airbnb fornirà indicazioni aggiuntive e adatterà la propria politica di non discriminazione per renderla compatibile con gli obblighi e i permessi esistenti in determinati Paesi.

Sebbene non crediamo che un'azienda, da sola, possa imporre l'armonia tra le persone, riteniamo che la community di Airbnb possa promuovere l'empatia e la comprensione tra culture diverse. Siamo impegnati a fare tutto quello che è in nostro potere per contribuire a eliminare dalla nostra piattaforma ogni illegittima forma di pregiudizio, discriminazione e intolleranza. Tra tutti gli utenti della community di Airbnb (host, ospiti e quanti stanno prendendo in considerazione la possibilità di utilizzare la nostra piattaforma) desideriamo promuovere – al di là degli ovvi obblighi di legge – una cultura che non si limiti alla conformità pura e semplice. Per questo, i dipendenti, gli host e gli ospiti di Airbnb s'impegnano a leggere la presente politica e ad agire in conformità a essa, per rafforzare la community e realizzare la mission del far sentire tutti a casa e benvenuti ovunque.

  • Inclusione – Con un'ospitalità vera e una mentalità aperta, accogliamo ospiti con ogni tipo di background personale e culturale. Aderire ad Airbnb come host o ospite significa entrare a far parte di una community basata sull'inclusione. I pregiudizi, il razzismo e l'odio non trovano spazio sulla nostra piattaforma, né nella nostra community. Sebbene gli host siano tenuti a seguire le normative che vietano la discriminazione in base all'etnia, alla religione, alla provenienza geografica e alle altre caratteristiche elencate di seguito, noi ci impegniamo ad andare oltre l'osservanza dei requisiti minimi di legge.
  • Rispetto – Ci rispettiamo a vicenda nelle nostre interazioni e incontri. Airbnb sa bene che leggi e norme culturali cambiano da paese a paese e chiede perciò agli host e agli ospiti di rispettare le normative locali e di comportarsi con rispetto gli uni verso gli altri, anche quando le opinioni altrui non corrispondono alle proprie convinzioni o ai valori secondo i quali si è stati educati. I membri di Airbnb arricchiscono la nostra community con un'incredibile varietà di background, di esperienze, di usanze e convinzioni diverse. Mettendo in relazione le persone, Airbnb promuove una maggiore comprensione e consapevolezza delle caratteristiche comuni condivise da tutti gli esseri umani, e contribuisce a combattere i pregiudizi basati su convinzioni errate, sulla disinformazione o sul fraintendimento.

Indicazioni specifiche per gli host negli Stati Uniti e nell'Unione europea

In linea generale, ci documentiamo su tutte le leggi federali, statali e locali riguardanti il settore abitativo e gli alloggi pubblici. S'invitano gli host a contattare il servizio clienti in caso di domande sui loro obblighi di osservanza della politica di non discriminazione di Airbnb. Prossimamente, Airbnb pubblicherà ulteriori indicazioni volte a fornire un orientamento per i Paesi diversi dagli Stati Uniti. Guidata da questi principi, la community degli host negli Stati Uniti e nell'Unione europea seguirà queste regole per prendere in considerazione e accogliere potenziali ospiti:

Etnia, colore della pelle, etnia, provenienza geografica, religione, orientamento sessuale, identità di genere e stato civile

Agli host di Airbnb non è consentito:

  • Rifiutare un ospite sulla base dell'etnia, del colore della pelle, dell'etnia, della provenienza geografica, della religione, dell'orientamento sessuale, dell'identità di genere o dello stato civile.
  • Imporre termini o condizioni differenti sulla base dell'etnia, del colore della pelle, dell'etnia, della provenienza geografica, della religione, dell'orientamento sessuale, dell'identità di genere o dello stato civile.
  • Pubblicare offerte o fare affermazioni che scoraggino o indichino una preferenza a favore o contro un ospite sulla base del colore della pelle, dell'etnia, della provenienza geografica, della religione, dell'orientamento sessuale, dell'identità di genere o dello stato civile.

Identità di genere

Airbnb non assegna un'identità di genere ai propri utenti. Consideriamo che l'identità di genere di un individuo sia ciò che ciascun individuo decide di indicare sul proprio profilo.

  • Agli host di Airbnb non è consentito:
    • Rifiutare di affittare un alloggio a un ospite sulla base del genere, a meno che l'host non condivida con l'ospite determinati spazi abitativi (ad es. bagno, cucina o aree comuni).
    • Imporre termini o condizioni differenti sulla base del genere, a meno che l'host non condivida con l'ospite determinati spazi abitativi.
    • Pubblicare offerte o fare affermazioni che scoraggino o indichino una preferenza a favore o contro un ospite sulla base del suo genere, a meno che l'host non condivida con l'ospite determinati spazi abitativi.
  • Agli host di Airbnb è consentito:
    • Mettere l'alloggio a disposizione di ospiti dello stesso genere dell'ospitante e non di quelli dell'altro genere, qualora l'ospitante condivida con l'ospite determinati spazi abitativi.

Età o stato di famiglia

  • Agli host di Airbnb non è consentito:
    • Imporre termini o condizioni differenti di qualsiasi tipo oppure rifiutare una prenotazione in base all'età o allo stato di famiglia dell'ospite, dove proibito dalla legge.
  • Agli host di Airbnb è consentito:
    • Fornire informazioni accurate e veritiere sulle caratteristiche del proprio annuncio (o su alcuni servizi non presenti) che potrebbero rendere l'alloggio insicuro o non adatto per ospiti di una certa età o famiglie con bambini o neonati.
    • Segnalare nel proprio annuncio le restrizioni applicabili previste dalla propria community (ad esempio centri residenziali destinati agli anziani) che impediscono la presenza di ospiti in base a determinate fasce di età o di famiglie con bambini o neonati.

Disabilità

  • Agli host di Airbnb non è consentito:
    • Rifiutare un ospite sulla base di una disabilità vera o presunta.
    • Imporre termini o condizioni differenti sulla base della disabilità dell'ospite.
    • Decidere a priori in merito all'adeguatezza dell'alloggio rispetto alle esigenze di un potenziale ospite con disabilità, sostituendosi a quest'ultimo nella decisione.
    • Indagare sull'esistenza o sul grado di disabilità presentata dall'ospite, o sui mezzi impiegati per gestirla. Tuttavia, qualora sia il potenziale ospite a sollevare la questione della propria disabilità, l'host può, e deve, valutare con il potenziale ospite se l'offerta risponde effettivamente alle esigenze di quest'ultimo.
    • Vietare o limitare l'utilizzo di ausili per la mobilità.
    • Addebitare agli ospiti con disabilità importi superiori per i canoni di locazione o altre tariffe, inclusi costi per la presenza di animali da assistenza quando l'ospite soggiorna con uno di essi a seguito (ad esempio per supporto psicologico o di servizio) per via della propria condizione di disabile.
    • Pubblicare offerte o fare affermazioni che scoraggino o indichino la preferenza a favore o contro un ospite, per il fatto che quest'ultimo presenta o meno una disabilità.
    • Rifiutarsi di comunicare con gli ospiti tramite i mezzi accessibili e disponibili, tra cui operatori staffetta (per le persone con deficit auditivi) ed email (per le persone con deficit visivi che utilizzano lettori di schermo).
    • Rifiutarsi di fornire una sistemazione ragionevole all'ospite con disabilità, incluso dimostrarsi flessibile qualora quest'ultimo richieda piccole variazioni alle regole della struttura (ad es. portare con sé un animale, se necessario a prestargli assistenza, o utilizzare un posteggio situato in prossimità dell'alloggio). Laddove l'ospite richieda una tale sistemazione, quest'ultimo e l'host dovranno concordare i metodi da impiegare affinché l'alloggio risponda alle esigenze dell'ospite.
  • Agli host di Airbnb è consentito:
    • Fornire informazioni precise e obiettive circa le caratteristiche di accessibilità dell'alloggio (o la loro assenza), per permettere agli ospiti con disabilità di valutare autonomamente se l'alloggio è adeguato alle proprie esigenze.

Preferenze personali

  • Agli host di Airbnb è consentito:
    • Eccetto quanto sopra specificato, gli host di Airbnb hanno facoltà di rifiutare la locazione per motivi non vietati dalla legge. Ad esempio, salvo laddove ciò sia vietato dalla legge, gli host di Airbnb possono rifiutare di locare l'alloggio a ospiti con animali di compagnia, così come a ospiti fumatori.
    • Esigere dagli ospiti il rispetto delle limitazioni imposte sui cibi che vengono consumati nella struttura (ad esempio, un host la cui cucina sia kashèr o vegetariana ha facoltà di esigere che gli ospiti si attengano alle norme del caso). Tali limitazioni devono essere chiaramente riportate nelle regole della casa dell'host.
    • Nulla nella presente politica impedisce a un host di rifiutare un ospite, purché ciò avvenga in ragione di una caratteristica non tutelata dalle leggi sui diritti civili o non strettamente legata a una categoria protetta. Ad esempio, un host di Airbnb ha facoltà di rifiutare un ospite che voglia fumare nell'alloggio o di limitare il numero di ospiti presenti nell'alloggio stesso.

Cosa può accadere se un ospite viene rifiutato? Gli host tengano sempre presente che a nessuno piace essere rifiutato. Sebbene possano esservi motivi legittimi, circostanziati e ammessi dalla legge per rifiutare un potenziale ospite, quel particolare membro della nostra community potrà, in tal caso, sentirsi indesiderato o escluso. Chiediamo agli host di fare tutto quanto in loro potere per accogliere gli ospiti, quale che sia il loro background. Gli host che tendono a rifiutare gli ospiti appartenenti a una categoria protetta (sia pure circostanziandone i motivi), arrecano un danno alla nostra community, perché fanno sentire indesiderati i potenziali ospiti. Airbnb potrà quindi sospendere gli host che abbiano mostrato tale tendenza nel corso delle attività svolte sulla piattaforma.

Informazioni per gli host non residenti negli Stati Uniti e nell'Unione Europea

Al di fuori degli Stati Uniti e dell’Unione Europea, alcuni paesi o community potrebbero consentire o addirittura richiedere di effettuare delle distinzioni, ad esempio basate sullo stato civile, sulla nazione d’origine, sul genere o sull'orientamento sessuale, in contrasto con la nostra filosofia generale di non discriminazione. In questi casi, non chiediamo agli host di violare le leggi del posto, né di accettare ospiti che possano esporli a un rischio concreto di arresto o di danneggiamento fisico a persone o cose. Gli host che vivono in queste zone devono specificare se sono soggetti a restrizioni che impediscono loro di accogliere determinati ospiti presso gli alloggi dei rispettivi annunci, in modo che i potenziali ospiti siano a conoscenza del problema ed Airbnb possa confermare la necessità di questa pratica. Nell'indicare queste restrizioni, pretendiamo che gli host utilizzino termini chiari, oggettivi e non dispregiativi. Offese e insulti non sono ammessi sulla nostra piattaforma o nella nostra community.

Cosa accade se un host non è conforme alle politiche adottate in questo campo?

Se il testo di una particolare offerta è redatto in modo contrario alla presente politica di non discriminazione, all'host verrà richiesto di rimuovere il testo e di dichiarare di aver compreso e di voler osservare la politica e i principi a essa sottesi. Airbnb potrà inoltre, a sua discrezione, adottare misure che potrebbero arrivare alla sospensione dell'host dalla piattaforma.

Qualora l'host rifiuti illegittimamente un ospite appartenente a una categoria protetta, o abbia redatto testi delle offerte i quali dimostrino come il suo rifiuto sia dettato da motivi vietati dalla presente politica, Airbnb adotterà misure per far valere tale normativa, che potranno arrivare alla sospensione dell'host dalla piattaforma Airbnb.

Con la progressiva crescita della nostra community, vigileremo affinché le politiche e le prassi di Airbnb si mantengano in linea con l'obiettivo per noi più importante: far sì che ospiti e host si sentano accolti e rispettati in tutte le interazioni che effettuano sulla piattaforma Airbnb. Per il pubblico in generale, la community e la stessa Airbnb, questo è l'obiettivo minimo.